Compleanno

Il Compleanno nel mondo

Come festeggiano il compleanno nel mondo
Come festeggiano il compleanno nel mondo

In Norvegia

In Norvegia nella maggior parte delle feste di compleanno sono presenti le torte al cioccolato con glassa di cioccolato e piatti di gelatina rossa, coperti con salsa alla vaniglia. La casa è decorata con lunghe stelle filanti colorate sottili e caramelle colorate poste sulla tavola.

Alle feste di compleanno gli ospiti possono andare a pesca, ma non per i pescare pesci! Giocano infatti a un gioco conosciuto come pesca per Ice Cream, dove ogni ospite tira su un gelato attaccato a un pezzo di corda. Il bambino che compie gli anni, a scuola in classe sceglie un amico per condividere un po’ di danza, mentre il resto della classe canta una canzone di buon compleanno. La bandiera nazionale norvegese viene messa fuori la casa della persona che fa il compleanno. Quando le persone importanti fanno i compleanni, le strade in Norvegia sono decorate appunto con bandiere.

In Canada

In Canada nelle feste di compleanno si servono torte di compleanno fatte in casa, decorate con codine di zucchero colorato. Tra gli strati della torta viene nascosta una moneta. Chiunque la trova è il primo ad avere privilegi in tutti i giochi della festa e ad essere il primo a farli. Alle feste i bambini ricevono delle bomboniere colorate chiamate Cracker. Si tratta di tubi avvolti in carta crespa. Essi scoppiano quando si tira una striscia di carta. All’interno vi è nascosto un piccolo regalo, porta fortuna o un dolcetto. Nelle regioni del Canada Nuova Scozia, Prince Edward Island e Terranova, ai bambini che festeggiano il compleanno viene unto con grasso il naso questo, per buona fortuna. Il naso unto rende infatti il bambino troppo scivoloso per essere acchiappato dalla sfortuna e per la cattura da parti degli spiriti maligni. Questa tradizione arriva dagli scozzesi.

In Giappone

Fino al 1950 i bambini giapponesi appena nati, contavano già un anno di vita, ma una legge ha modificato questa tradizione per adattarla ai costumi occidentali. In pratica alla nascita compivano l’anno UNO, invece che l’anno ZERO come in europa. Il bambino al suo compleanno indossa vestiti tutti nuovi acquistati per l’occasione. Prima tutti i bambini giapponesi festeggiavano il compleanno il primo gennaio, come del resto in molto paesi orientali. Lo Shichi-Go-San, è un festa tradizionale che si tiene ogni anno il 15 di novembre, per celebrare i compleanni dei bambini che appunto compiono 3, 5 o 7 anni di età. I bambini a seconda dell’età che compiono vestono per la prima volta gli abito tradizionali del Giappone, come il Kimono o i classici gonna-pantaloni, hakama. Altro rituale e di andare a comprare dei sacchetto di caramelle speciali con la scritta sopra: “dolci per 1000 anni di vita”.

In Irlanda

In Irlanda il festeggiato è sollevato a testa in già e alzato e abbassato tante volte quanti sono gli anni che compie, tutto per gli auguri buona fortuna, secondo un’antica tradizione. Alla fine si compie un’altra oscillazione in più questo per augurare ancora un altro anno ancora da compiere. In Irlanda la consegna della chiave di casa è considerato un segno importante di raggiungimento della maggiore età, questo avviene quando qualcuno arriva all’età di ventun anni. Al giovane che è stato consegnata la chiave della casa si dice che è dato il permesso di andare e venire a suo piacimento e di stare fuori fino a tardi. Diventa un uomo adulto e responsabile. Oggi questa usanza è ormai superata. Nelle feste irlandesi spesso è presente il quadrifoglio o trifoglio, i l simbolo dell’Irlanda legato alla tradizione del Patrono San Patrizio.

In Argentina

Gli Argentini usano tirare i lobi delle orecchie del festeggiato per ogni anno del loro compleanno. Questa tradizione è comune in molti paesi, di origine latino-americana nel Sud America e anche in Italia. Diverse sono le tesi una, secondo cui, siccome in antichità si credeva che la memoria risiedeva nei padiglioni auricolari, tirando le orecchie, si vuole ricordare al festeggiato lo scorrere del tempo e che oggi è proprio il suo compleanno! La seconda ipotesi, siccome le orecchie si allungano per la perdità della tonicità dei tessuti con l’invecchiamento, tirando le orecchie, si contribuisse al loro allungamento e quindi a una lunga vita. Lo si faceva anche per augurare al festeggiato saggezza nelle scelte e decisioni future. La terza tesi deriva dal fatto che si credeva che chi avesse le orecchie a sventola era una persona fortunata e quindi si aiutava nel giorno del compleanno, tirandole, a renderle più evidenti e aumentare la fortuna al festeggiato. Un’altra tesi molto remota è che nel giorno del compleanno chi toccava le orecchie del festeggiato, prendeva un po’ di fortuna, si instaurava una specie di lotta amichevole a che toccava le orecchie e che tirandole, assorbiva più fortuna.

In Cina

In Cina il concetto di compleanno è qualcosa di astratto, a cui non viene data tanto importanza. Molti cinesi non sanno neanche esattamente quanti anni hanno, pochè la data di nascita è basata sul calendario lunare (tuttora in uso presso la popolazione cinese) che cambia continuamente ogni anno, e quindi necessario convertire il compleanno dal calendario lunare a quello gregoriano.

Alla data ricavata i cinesi aggiungono un anno perchè secondola tradizione orientale, appena nati sono già vecchi di un anno. Nonostante si è diffuso festeggiare con torte di compleanno, secondo lo stile occidentale, rimane diffuso tra i cinesi, l’Yi mein (o Changshoumian, ossia “pasta di lunga vita”), alimento simile a spaghetti, consumati durante le feste di compleanno, poichè;, secondo tradizione, la lunghezza di ogni singolo spaghetto (oltre i due metri) augura lunga vita al festeggiato. Il secondo compleanno di un bambino cinese è un evento importante. Potrebbe rivelarsi infatti il futuro del bambino, ed è stesso il bambino che mostra la sua fortuna, il bambino viene messo al centro di un gruppo di oggetti come monete, bambole, libri e cose simili e attendono di vedere quale oggetto raccoglie per primo.

Se prende una moneta potrebbe diventare ricco.

Se ha raggiunto un libro potrebbe diventare un insegnante. Se raggiunge la bambola potrebbe avere molti bambini. Secondo le credenze antiche, infatti, l’oggetto che il bambino sceglie per primo è un simbolo prefigurato della professione che lui o lei farà nella vita. Anche il sesto compleanno è anche un grande momento di festa.Il bambino compleanno rende omaggio ai suoi genitori e riceve spesso un dono in denaro. Amici e parenti sono invitati a pranzo e vengono serviti gli spaghetti cinesi per buon auspicio al festeggiato. In Cina, la gente crede che le tigri proteggono i bambini. I membri della famiglia portano al neonato cibo speciale e donano regali di abbigliamento o giocattoli decorate con le tigri. vQuando una ragazza o un ragazzo cinese si trasforma un anno di età, una varietà di oggetti e giocattoli sono posizionati sul pavimento intorno al bambino. La lingua ufficiale è il mandarino.

In Cina, è considerato sfortunato di regalare un orologio ad un compleanno. In mandarino, la parola orologio è simile alla morte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*