Riciclo creativo

Cos’è il “Riciclo Creativo”

Riciclare i materiali di scarto è molto importante per svariate ragioni. L’immondizia va differenziata ed avviata al riciclo sia per motivazioni ambientali che economiche: continuare a gettare in discarica rifiuti non differenziati non è una scelta sostenibile e contribuisce ad uccidere ogni giorno di più questo nostro povero pianeta, ormai al collasso.

Il riciclo però può essere interpretato anche in maniera diversa: infatti è possibile parlare anche di riciclo creativo.

Il riciclo creativo consiste nel dare nuova vita agli scarti, utilizzando quindi oggetti considerati da buttare e con qualche accorgimento farli diventare utensili oppure oggetti di arredamento.

Nel mondo il riciclo creativo è abbastanza diffuso, in certi post se ne fa una vera e propria cultura, con tantissime associazioni, tanti corsi e tanta informazioni su quella che in certi casi diventa una vera e propria arte.

 

Cosa si può utilizzare per il riciclo creativo?

Ogni scarto p buono per realizzare una piccola opera d’arte, il limite è posto esclusivamente dalla fantasia, dalle idee, dalla creatività che ogni persona possiede.

Esistono senza dubbio alcuni oggetti molto più utilizzati degli altri per essere riciclati con creatività. Gli esempi più eclatanti sono:

Pallet: sono le pedane in legno che servono a trasportare elettrodomestici ed altra merce pesante. Vengono utilizzati interi o smontati per dar vita a una moltitudine di oggetti come tavoli, letti, fioriere o spalliere per le piante rampicanti. Non è difficile trovare Pallet nelle zone industriali, oppure è possibile chiedere direttamente ai negozi. Solitamente i Pallet “abbandonati” non sono in perfette condizioni: per via dei pesanti carichi che portano possono danneggiarsi, ma con il legno tutto è possibile, dovrai forse impegnarti un po’ di più a restaurarlo.

Bottiglie di Plastica: anche in questo caso si tratta di un oggetto molto molto utilizzato per il riciclo creativo. Innanzitutto la disponibilità di bottiglie di plastica è, purtroppo, praticamente infinita. La plastica di queste bottiglie è uno dei principali problemi del pianeta, poiché spesso non vengono riciclate ma abbandonate in mare o nell’ambiente in generale e per degradarsi impiegano circa 500 anni, lasciando dietro di se molto inquinamento. Con il riciclo creativo però è possibile far si che le bottiglie diventino un oggetto nuovo. Molti ci costruiscono vasi, contenitori di ogni tipo e tantissimi altri oggetti.

Bottoni: i bottoni sono la passione di molti creativi del riciclo, servono a decorare e sono davvero utilizzatissimi.

Quelli visti in precedenza sono soltanto degli esempi, ma il riciclo creativo può riguardare ogni oggetto o scarto della vita quotidiana.

Esistono anche persone che amano riciclare creativamente in grande: ad esempio prendendo i sedili di una vecchia auto e realizzando con questi splendidi divani vintage o poltrone on il gusto dell’auto.

Ci sono intere case e locali aperti al pubblico che hanno scelto di arredare interamente gli ambienti con oggetti riciclati: le grosse bobine utilizzate nel settore di elettricità e ferramenta ad esempio diventano fantastici tavolini.

In Italia la cultura del riciclo creativo non ha ancora attecchito per bene, tuttavia grazie ad internet è possibile trovare tantissime idee dalle quali trarre ispirazione per cominciare a creare nuovi oggetti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*